18+ Il gioco è severamente vietato ai minorenni e può causare dipendenza. Più informazioni: ADM
FINO A
1000€
IN BONUS DI
BENVENUTO
Registrati
Offerta valida solo per nuovi giocatori. Primo deposito: bonus del 100% fino a 400€. Secondo deposito: bonus del 100% fino a 300€. Terzo deposito: bonus del 100% fino a 300€. Deposito minimo: 10€, requisiti di puntata: 70x. Per poter ricevere l’offerta è necessario richiederla. Valida per 7 giorni a partire dalla data di registrazione. Clicca qui per leggere i Termini e Condizioni dell’offerta.

DAGLI ANTICHI ROMANI AI CASINÒ ONLINE

 

Il legame tra il gioco d’azzardo e l’Italia ha radici profonde, che arrivano fino ai nostri giorni in cui sono i casinò online e le puntate sportive a farla da padrone. D’altronde non bisogna stupirsene più di tanto: il termine casinò deriva dalla lingua italiana e la prima casa da gioco al mondo fu realizzata proprio nel nostro paese, per la precisione a Venezia nel lontano 1638.

Indizi importanti che fanno capire come la storia del popolo italiano sia legata alla storia del gioco nel corso dei secoli: che si tratti di giocare in compagnia o tentare la fortuna ai tavoli verdi e con le carte, la storia degli italiani si è evoluta di pari passo con quella del gioco. Un altro aspetto da tenere in debita considerazione è il forte influsso che la scaramanzia ha sul nostro paese: ogni regione ha le proprie tradizioni e numeri fortunati, fattori che influiscono in maniera notevole sul modo di giocare.

Trovare una data precisa nella nascita di un fenomeno, in questo caso il gioco d’azzardo, non è mai facile. Alcuni studi fanno risalire le prime tracce all’epoca dell’Antica Cina e dell’Antico Egitto a cavallo del 2.000 a.C. È quasi certo, invece, che l’approdo del gioco in Italia risalga all’Antica Roma. Un viaggio di oltre duemila anni che ci ha portato fino ai casinò online.

 IL GIOCO DEI TEMPI ANTICHI 

Ai Romani non si deve solo una buona parte della civilizzazione dell’Europa e del bacino del Mediterraneo, ma anche la nascita del gioco d’azzardo in Italia. Ai tempi degli imperatori, infatti, si giocava a una sorta di backgammon, denominato Ludus Duodecim Scriptorum. Un passatempo che l’esercito romano esportò in breve tempo in giro per l’Europa e che era molto spesso praticato anche nella stessa Roma. Anche Ovidio nel suo poemetto Ars Amatoria narrava di questo gioco.

La caduta dell’Impero romano non segnò la fine del gioco d’azzardo, che anzi forte di questo importante retaggio continuò e prosperò anche nei secoli successivi. Basti pensare alle baratterie medioevali, originariamente intese come dei punti di ritrovo e poi diventati dei casinò ante litteram. Senza contare che anche grandi artisti dell’epoca, uno su tutti Caravaggio con “I bari”, erano soliti trarre spunto dal gioco per realizzare le loro opere.

L’ASCESA DELLE LOTTERIE 

Le baratterie, inizialmente clandestine, vennero legalizzate in un secondo momento dai poteri locali per trarne un vantaggio economico sotto forma di gabella. Il passaggio a un vero e proprio casinò, perciò, fu quasi naturale e così nel 1638 venne inaugurata la prima casa da gioco legale al mondo: il casinò di Venezia. Si tratta di uno dei luoghi leggendari del gioco d’azzardo, che ancora oggi accoglie migliaia di giocatori ogni anno, seppur in sedi differenti rispetto a quella del XVII secolo.

Oltre che tra baratterie e casinò, il gioco d’azzardo in Italia si è sviluppato anche attorno alle lotterie. Le prime risalgono al 1500, quando a Genova si scommetteva su quali sarebbero stati i cinque membri dei Serenissimi Collegi estratti tra 120 candidati. Il numero poi passò a 90 e al posto dei nomi dei membri vennero utilizzati dei numeri, così da avvicinarsi sempre di più all’attuale conformazione del Lotto.

Il gioco del Lotto era già molto praticato ad inizio del 1800. Si svolgeva su sei ruote e con estrazioni fissate ogni due settimane. Col passare del tempo sono aumentate le ruote, passate a 11 nel 2005, e il numero di sorteggi, divenuti trisettimanali.

Dal Lotto derivano tutta una serie di giochi, il cui il più famoso è di certo il Superenalotto che arriva ad assegnare premi multimilionari: nel 2019 a Lodi furono vinti ben 209 milioni. Tra le lotterie possono essere annoverati anche i Gratta e Vinci, biglietti da grattare per conoscere subito se si ha ottenuto una vincita o meno, che hanno un importante seguito soprattutto per l’immediatezza del risultato.

GIOCO E FESTIVITà 

Una delle tradizioni più radicate in Italia inerente al gioco è relativa al periodo delle festività. Natale è infatti la festa per eccellenza, in cui le famiglie si ritrovano tutte assieme per trascorrere piacevoli momenti. Spesso per ingannare l’attesa del cenone o dell’arrivo dei regali, si organizzano delle partite a diversi giochi, legati soprattutto alla territorialità.

Certo, non si parla di vero e proprio gioco d’azzardo: alle tavolate natalizie spesso e volentieri ci si diverte giocando con gli spicci (piccole puntate da pochi centesimi o qualche paio di euro di solito). Si gioca infatti più per il puro piacere e per stare con la propria famiglia, ma questi sono chiari esempi per comprendere quanto il gioco sia radicato in Italia.

A dominare la scena c’è la Tombola, che è il gioco natalizio per antonomasia e da cui deriva anche il più moderno Bingo. Di origine prettamente meridionale, la Tombola è oramai diventata trasversale e si gioca di fatto in ogni angolo del paese. Ci sono poi tutti i giochi di carte.

I più popolari sono la Scopa, la Briscola, il Tresette, il Rubamazzetto e il Sette e Mezzo, che possono essere giocati con una delle tante varianti di carte presenti in Italia. Se ne contano ben 17, a testimonianza di quanto sia diffuso il gioco lungo lo Stivale.

CASINò E GIOCHI DIGITALI 

L’Italia è tra i pochi paesi in cui il gioco d’azzardo legalizzato viene regolato in maniera molto stringente. Uno dei motivi di questa forte presa di posizione è anche la necessità di tutelare gli utenti, cercando di evitare truffe ai loro danni e l’insorgere di comportamenti potenzialmente dannosi, che potrebbero sfociare nel gioco patologico.

Anche per questo, sebbene il legame tra il nostro paese e il gioco sia molto solido, sono al momento attivi solo tre casinò fisici a Venezia, Sanremo e Saint Vincent. Molto più vivace, invece, è l’industria dei casinò online. Queste sale da gioco digitali hanno notevolmente modificato le abitudini degli utenti italiani, che possono giocare su tavoli verdi virtuali praticamente a qualsiasi gioco desiderino.

Il comparto dei casinò online, come in generale quello del gioco d’azzardo, è regolato dall’Agenzia delle dogane e dei Monopoli, che rilascia le preziose licenze ADM, senza le quali non è possibile operare in maniera legale sul territorio italiano.

PUNTATE E SPORT 

Il moderno gioco d’azzardo italiano, oltre che passare per i casinò online, è molto attivo anche con le puntate sportive. Non è un mistero, d’altronde, che l’Italia sia un paese di amanti del calcio e che questa passione confluisca anche nel gioco.

Una tale conoscenza del calcio e delle discipline sportive da parte dei giocatori nostrani porta in tanti a puntare sulle partite della propria squadra del cuore o più in generale dei campionati italiani e stranieri. Senza disdegnare però tennis, basket e l’immancabile ippica, che ha ancora un certo fascino per un pubblico più tradizionalista. 

La regolamentazione delle giocate sportive da parte dello Stato ha praticamente spazzato via ogni forma di clandestinità, oltre che mandare in soffitta il tradizionale Totocalcio. Oggi per giocare la così detta “bolletta” ci si può recare nelle apposite agenzie, nei tanti esercizi commerciali affiliati agli operatori o anche sui siti internet dei bookmaker, che al pari dei casinò online, offrono la possibilità di giocare i propri pronostici quando si vuole e dovunque ci si trovi. Un rapporto, quello tra italiani e gioco d’azzardo, che si è modernizzato, ma che rimane comunque saldo ed ancorato ad antiche tradizioni.


Post recenti


GIOCATORI FAMOSI TRA CASINÒ ONLINE E FISICI

Sebbene il mondo del gioco d’azzardo si sia evoluto arrivando fino agli odierni casinò...


DAGLI ANTICHI ROMANI AI CASINÒ ONLINE

Il legame tra il gioco d’azzardo e l’Italia ha radici profonde, che arrivano fino ai...


DAI CASINÒ ONLINE ALLA CONQUISTA DEL MONDO

Il poker è uno dei giochi più apprezzati e popolari nei casinò online e in...


Casinò fisici-Casinò online, sfida italiana

I casinò online sono diventati più...


Mario Biondi annuncia l’arrivo di Matilda

In un paese di poche nascite come l’Italia, il cantante Mario Biondi ha annunciato...


La lenta ripresa della serie A dopo il coronavirus

Il ministro dello sport italiano Vincenzo Spadafora ha dichiarato che la stagione di Serie A...


L’Italia emerge dall’isolamento

L'Italia, il paese più colpito d'Europa dal coronavirus, comincia a uscire dal blocco...


Il coronavirus tra presente e futuro

La pandemia di coronavirus dovrebbe essere un promemoria eloquente per ricordare che la comunità...


I concerti di Fedez ai tempi del coronavirus

Ormai tutto il mondo è in quarantena a causa della pandemia di coronavirus, ma l’Italia ha...


Le 10 cose da fare se sei in isolamento

Ormai siamo tutti isolati a causa della pandemia di coronavirus e, anche se un paio di giorni sul...

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di gioco possibile. Continuando a navigare accetti l’uso dei cookie. Si prega di leggere la nostra informativa sui cookie per maggiori dettagli.