18+ Il gioco è severamente vietato ai minorenni e può causare dipendenza. Più informazioni: ADM
FINO A
1000€
IN BONUS DI
BENVENUTO
Registrati
Offerta valida solo per nuovi giocatori. Primo deposito: bonus del 100% fino a 400€. Secondo deposito: bonus del 100% fino a 300€. Terzo deposito: bonus del 100% fino a 300€. Deposito minimo: 10€, requisiti di puntata: 70x. Per poter ricevere l’offerta è necessario richiederla. Valida per 7 giorni a partire dalla data di registrazione. Clicca qui per leggere i Termini e Condizioni dell’offerta.

Oscar 2019: i vincitori e protagonisti dell’ultima premiazione

 

Questa edizione degli Academy Awards 2019 era iniziata con una polemica relativa alla possibilità di non trasmettere in diretta TV alcune premiazioni nella lunga notte degli Oscar. Per fortuna l’Academy ha poi deciso di fare dietrofront, garantendo la piena copertura televisiva, così come da cerimoniale tradizionale per una delle serate più importanti dell’anno a livello di spettacolo e di ambiente hollywoodiano.

Potrebbe piacerti anche: I film più attesi per il 2019 scelti per voi


Si era detto, già subito dopo le nomination, che sarebbe stata una serata differente, un po’ sottotono, ma così non è stato. Come spesso avviene, le statuette sono state equamente suddivise e non si è verificata l’ipotesi del film che sbanca e conquista i principali premi, che sono appunto "miglior film", "miglior regia" e "migliori attori protagonisti". Il film che ha vinto più statuette è stato Roma di Alfonso Cuaròn, prodotto da Netflix.


Roma

Il film del regista messicano ha vinto l’oscar per la miglior regia, per la miglior fotografia e per il miglior film straniero. È stato invece Green Book, diretto da Peter Farrelly, con Viggo Mortensen e Mahershala Ali, ad aggiudicarsi la statuetta più ambita, quella per il miglior film del 2019. Il film più premiato è stato invece il biopic sulla rockband britannica Queen, Bohemian Rhapsody, che oltre a 3 statuette per premi tecnici, si è portato a casa soprattutto l’oscar per il miglior attore protagonista, che ha giustamente premiato la notevole performance di Rami Malek nei panni del mitico e compianto Freddie Mercury. Non certo un premio inaspettato, visto che già con la premiazione dei Golden Globe, si era ampiamente intuito come l’interpretazione stupefacente di Malek poteva seriamente conquistare anche l’Academy.

Bohemian Rhapsody

Si è trattato quindi di una premiazione che, come dicevamo, ha diviso i premi in modo quasi equo; ai tre film già citati bisogna poi aggiungere anche Black Panther della Marvel Studios e BlacKkKlansman di Spike Lee. Quest'ultimo ha vinto infatti la statuetta per la miglior sceneggiatura non originale, mentre quella per la sceneggiatura originale è andata sempre a Green Book di Peter Farrelly. Un Oscar è andato anche a Lady Gaga per la miglior canzone, grazie a Shallow, per il film musicale A Star Is Born. Black Panther, invece, oltre ai due Oscar tecnici per costumi e fotografia, si è aggiudicato la statuetta per la miglior colonna sonora.

Black Panther

L’Oscar per la miglior attrice protagonista è andato invece a Olivia Colman per La favorita. Non ci sono dubbi però sul fatto che i film meglio premiati siano stati, appunto, Roma di Alfonso Cuaròn, ma soprattutto Bohemian Rhapsody e Green Book di Peter Farrelly, regista statunitense che questa volta si è cimentato con il cinema serio, convincendo sia il pubblico che la critica. Molti si ricorderanno delle sue commedie spudorate co-dirette con il fratello Bobby, ma in questa occasione il suo film è stato un bell'esempio di cinema impegnato d’altri tempi, un po’ vecchia scuola e sempre capace di intercettare i favori di un’Academy che forse, in questi anni, sta cercando di premiare film e cineasti diversi. Si pensi, ad esempio, alla grande apertura che si è avuta negli ultimi dieci anni verso il cinema messicano, con le ultime cinque premiazioni che hanno messo sotto i riflettori alcuni dei più talentuosi e brillanti cineasti messicani. Di questi, in questa edizione, l’esponente e trionfatore è stato il già menzionato Alfonso Cuaròn.
 

Slot online Jurassic World™


Scopri Jurassic World™ slot online al Casinò Online Voglia di Vincere: il parco più spaventoso del cinema nasconde un jackpot di 5.100.000 monete!


 
Interessante come Roma, pellicola prodotta e distribuita da Netflix, sia un tipico esempio di come il cinema odierno debba convivere con le piattaforme digitali, che sono ormai capaci di affiancare la distribuzione più marcatamente tradizionalista, di film come appunto Bohemian Rhapsody, eccellente pellicola sulla vita dell’iconico frontman dei Queen e sulla vita della band stessa, che tra fine novembre e dicembre ha letteralmente sbancato i botteghini. Per una volta, l’Academy Awards ha accontentato un po’ tutti. Segno che qualcosa a Hollywood potrebbe essere cambiato, in positivo. È forse il caso di dire che i tempi stanno cambiando di nuovo, a Hollywood?
 

 

Pubblicato: 02/26/2019


Post recenti


GIOCATORI FAMOSI TRA CASINÒ ONLINE E FISICI

Sebbene il mondo del gioco d’azzardo si sia evoluto arrivando fino agli odierni casinò...


DAGLI ANTICHI ROMANI AI CASINÒ ONLINE

Il legame tra il gioco d’azzardo e l’Italia ha radici profonde, che arrivano fino ai...


DAI CASINÒ ONLINE ALLA CONQUISTA DEL MONDO

Il poker è uno dei giochi più apprezzati e popolari nei casinò online e in...


Casinò fisici-Casinò online, sfida italiana

I casinò online sono diventati più...


Mario Biondi annuncia l’arrivo di Matilda

In un paese di poche nascite come l’Italia, il cantante Mario Biondi ha annunciato...


La lenta ripresa della serie A dopo il coronavirus

Il ministro dello sport italiano Vincenzo Spadafora ha dichiarato che la stagione di Serie A...


L’Italia emerge dall’isolamento

L'Italia, il paese più colpito d'Europa dal coronavirus, comincia a uscire dal blocco...


Il coronavirus tra presente e futuro

La pandemia di coronavirus dovrebbe essere un promemoria eloquente per ricordare che la comunità...


I concerti di Fedez ai tempi del coronavirus

Ormai tutto il mondo è in quarantena a causa della pandemia di coronavirus, ma l’Italia ha...


Le 10 cose da fare se sei in isolamento

Ormai siamo tutti isolati a causa della pandemia di coronavirus e, anche se un paio di giorni sul...

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di gioco possibile. Continuando a navigare accetti l’uso dei cookie. Si prega di leggere la nostra informativa sui cookie per maggiori dettagli.